Archivi categoria: Fringe

Fringe – 3×16 Os

Partiamo da una considerazione: ho amato moltissimo Fringe nella prima metà della stagione, in cui, a parte un paio di questioni, ci sono state puntate davvero epocali. Poi è arrivata Concentrate and Ask Again e da lì ho cominciato a nutrire seri dubbi sulla deriva della trama – tutta la storia di Sam Weiss non l’ho digerita, ma neanche un po’.
Ora, con questo sedicesimo episodio, intitolato Os, torniamo ad un livello discreto che però rimane, a mio avviso, ad anni luce dalla prima mid-season. E’ forse proprio per questo che dichiaro senza ulteriori indugi quanto segue: non ho ancora capito se l’episodio mi sia piaciuto oppure no.

Leggi il resto di questa voce

Fringe – Episodio 3×15 “Subject 13”

Dopo che negli ultimi episodi la storyline ha avuto una svolta decisamente sentimentale, focalizzandosi sui problemi di cuore di Pacey Peter che, oltre a fregarcene poco in uno show di fantascienza, sono stati posti anche in una situazione di grande rilevanza per le sorti degli universi (ma io spero ancora che gli sceneggiatori se ne usciranno con qualcosa di diverso), questa settimana Fringe fa un salto nel passato e ci regala una splendida puntata vintage.
Vediamo nel dettaglio.

Leggi il resto di questa voce

Fringe – 3×14 – 6B

Torna anche questa settimana Fringe con un episodio di poco superiore ai due che l’hanno preceduto, ma ancora lontano dalle vette che aveva raggiunto fino a tre settimane fa. Vediamo più nel dettaglio cosa è successo in questa puntata numero 14, intitolata 6B.

Leggi il resto di questa voce

Fringe: stagione 3 episodio 13 “Immortality”

 

Dopo quattro puntate ambientate nell’universo blu, questa settimana Fringe torna in quello rosso, e lo fa, purtroppo, con un’altra puntata filler. Sia ben chiaro, non ho nulla contro gli episodi riempitivi, soprattutto se ci sono lo stesso avanzamenti nella trama principale, ma questa terza stagione ci ha abituato ad episodi mitologici così grandiosi che sarebbe bello averne uno nuovo ogni volta. Ma passiamo ad un breve riassunto della puntata.

Leggi il resto di questa voce

Fringe – 3×12 Concentrate and Ask Again

Non sono mai stata una persona superstiziosa, ma ultimamente stanno succedendo eventi che mi stanno facendo ricredere sulla possibilità che dire certe cose o parlare di certe altre possa obiettivamente portare sfortuna. Ad esempio, ho scoperto che se dico: “Uh, quest’anno, incrociando le dita, l’influenza la sto schivando che manco Neo con le pallottole” non mi succede nulla, ma se mi azzardo anche solo a ribadire il concetto una seconda volta nell’arco di una stessa giornata, quella arriva, puntuale come un treno svizzero.
E’ la sfiga, bellezza. Non puoi sfidarla.
Ora, se già la prima volta che si è parlato dei Primi Nati non è andata proprio benissimo – non fosse altro per l’enorme mole di dubbi inutili aggiunti, come qui riportavo – ed è stata prodotta la puntata più debole della stagione (3×06 6955 Khz), come poteva finire con questo secondo tentativo di affrontare l’argomento? Non bene, amici. Non bene.

Leggi il resto di questa voce

Fringe 3×11 “Reciprocity”

Fringe 3x11Ogni contatto che si ha in natura può avere influenze di diverso tipo: alcune sicuramente prevedibili, altre inimmaginabili, quel che è certo, però, è che tale influenza è sempre reciproca. Nessuno dei due corpi rimane uguale a come era prima, entrambi vengono condizionati in qualche modo da questo contatto e cambiano. Ora spero che questo principio funzioni anche con la cosiddetta “Death-Slot” del venerdì sera perché, con questa terza entusiasmante stagione, Fringe sta sicuramente ritagliandosi un posto fra le miglior serie degli ultimi anni e questo episodio non fa che confermarlo.

Leggi il resto di questa voce

Recensione – Fringe: 3×10 – “Firefly”

Ero pienamente consapevole che Fringe fosse uno dei prodotti migliori degli ultimi anni, secondo solo, nelle mie preferenze, a Lost. Ero cosciente anche del fatto che la terza stagione che narra le avventure della Fringe Division non avesse ancora sbagliato un colpo, tenendosi ben al di sopra della media di qualsiasi altra serie tv che avevo mai visto. Ma non pensavo davvero che potesse tenere un livello così alto per tutti gli episodi di quest’anno, sorprendendomi ogni volta. E naturalmente la nuova puntata, Firefly, non fa di sicuro eccezione.

Leggi il resto di questa voce

Fringe – dove eravamo rimasti?

Se qualcuno, nel lontano 2008, mi avesse detto “fra due anni Fringe sarà una delle tue serie preferite, sarà costruita in modo quasi perfetto e la consiglierai a chiunque tu conosca”, la mia risposta – seguita da una risata di quelle che ti fanno passare due giorni con un male terribile agli addominali – sarebbe stata più o meno questa: “Sì…in un altro universo, probabilmente. Uno in cui la Torv è diventata una grandissima attrice e Peter Bishop si è trasformato in un idiota!”
Ecco, questa è la dimostrazione di quanto la vita sappia essere imprevedibile: perché non solo Fringe è effettivamente diventata una delle migliori serie in circolazione, ma Anna Torv è migliorata così tanto da far urlare al miracolo e Peter…beh, che dire, diciamo che se dovessi disegnarlo qui, su due piedi e solo per voi, sarebbe rappresentato da un enorme ormone con due gambe e la faccia da ebete. Com’è possibile che sia successo tutto ciò? Ora ve lo spiego. Preparatevi, però, a qualche viaggio un po’ di qui e un po’ di là, quindi se avete bisogno di pastiglie contro la nausea, rimedi contro lo strabuzzamento di occhi continuo o un taccuino per prendere appunti, pensateci ora o mai più.

Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: