The Office Stagione 7 Episodio 15 “The Search”

Question: perché nessuno guarda The Office? E’ un periodo in cui le comedy che un tempo amavamo stanno attraversando un periodo di scarsa creatività, primi su tutti The Big Bang Theory e Glee, entrati probabilmente nel meccanismo di autodistruzione “facciamo ascolti anche se scriviamo episodi alla cazzo di cane, quindi scriviamo episodi alla cazzo di cane”.  Non si può dire la stessa cosa per The Office, che dopo sette anni sa ancora regalarci bellissimi episodi come “The Search”.

Nella puntata di questa settimana Michael viene abbandonato ad un’area di Servizio da Jim, impegnato a salvare la figlia rimasta intrappolata nella macchina della nonna, e coglie l’occasione per fare due passi e chiarirsi le idee, dopo una conversazione non troppo piacevole con Holly.

Intanto Jim informa l’ufficio dell’accaduto, e Dwight, Erin ed Holly partono alla ricerca di Michael, e sarà proprio lei, in cima ad un palazzo, a ritrovarlo, e lassù i due finalmente avranno il loro momento romantico.

Il ritorno tra i due sembra essere abbastanza ovvio, dopo che l’anno scorso si era saputo dell’addio di Steve Carell e, qualche settimana più tardi, del ritorno di Amy Ryan. Però The Office si è sempre distinto dalle altre serie per il modo in cui raccontava le love story, senza essere mai troppo “cheesy”, inserendo senza fare danni anche un po’ di umorismo. Ma sarà davvero un finale a lieto fine il loro? Oppure gli sceneggiatori saranno così perfidi da spezzarci il cuore con un altro addio tra i due? Mancano poche puntate, e Michael Scott comincia già a mancarci.

The Search è un ottimo episodio, tra i migliori della stagione insieme a “Classy Christmas” e “Wuphf.com”, e la sua forza è la trama, costruita in maniera perfetta, prova del fatto che gli sceneggiatori di The Office seguono ancora la regola fondamentale di ogni tipologia di narrazione: “la storia prima di tutto”. Non c’è mai l’odiosa sensazione che i personaggi si trovino in una situazione per poterne sfruttare il potenziale comico. The Office (insieme a Modern Family) è quanto di più spontaneo e originale ci sia nel panorama comico statunitense, e se non lo guardate perché preferite Sheldon o l’inesistente trama di Glee, allora siete peggio di Toby Flanderson.

Bunga bunga.

Voto: 8

Annunci

Pubblicato il 8 febbraio 2011, in Recensione episodi, The Office con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: