Archivio mensile:febbraio 2011

News Programmazione settimanale 28 Febbraio – 6 marzo

Tbbt su Steel

Questa settimana molte serie tv vanno in pausa in America (Glee, The Office, TBBT, Fringe), mentre qui in Italia sbarca la quarta stagione di “The Big Bang Theory” in prima visione. Ma andiamo nel dettaglio.

Leggi il resto di questa voce

Glee – 2×14 Blame It On The Alcohol

Partiamo con una confessione: quando guardo una serie per teenager e si arriva alla classica puntata “no sex no drugs no alcohol” un brivido mi corre lungo la schiena. La paura è sempre quella che si scada nel ridicolo cercando di mandare messaggi che nessun adolescente ascolterebbe mai proprio perché velati di un’ipocrisia di cui si sente l’odore a distanza di un chilometro; insomma, cercare di fare della tv uno strumento educativo non è cosa facile, perché bisogna muoversi su quella linea sottile che, se da una parte non può e non deve incoraggiare certi comportamenti, dall’altra non può neanche essere così sciocca da pensare che due o tre avvertimenti, falsi e distanti, possano salvare orde di giovani dai mali del mondo.
La puntata di Glee di questa settimana, Blame it on the Alcohol, ha affrontato l’argomento dello “sballo dei ggggiovani” in un modo tutto sommato convincente: vediamo come.

Leggi il resto di questa voce

The Office: stagione 7 episodio 18 “Todd Packer”

I have very little patience for stupidity.” Kevin Malone

Anche The Office questa settimana ha deciso di regalarci un episodio davvero mediocre. Lo dico subito: “Todd Packer” è una delle puntate peggiori della serie. E’ vero, ha concesso qualche risata, ma nel complesso è stato molto deludente. Ho sempre elogiato The Office, ma in momenti come questi posso solo criticare quello che si è visto nelle ultime ventisei puntate.

Leggi il resto di questa voce

How i met your mother 6×17 “Garbage Island”

I realize it’s raining, but, come on, it’s 2021. We can make cell phones that project holograms, but a light drizzle shuts down a whole airport?” con queste parole dal futuro si apre questo nuovo episodio di How i met your mother. Puntata su due livelli temporali, a dieci anni di distanza uno dall’altro: vediamo com’è andata.

Leggi il resto di questa voce

The Event: serie “evento” o flop?

Nuovo anno, nuova stagione telefilmica, nuovo erede.
Erede di chi? Di Lost ovviamente.

Anche quest’anno si è ripetuta quella che ormai è diventata una tradizione: designare, in modo arbitrario, un “erede di Lost”.
L’anno scorso toccò a Flashforward, che dopo un pilot pieno di ambizione (con tanto di citazione a Lost), presentò una stagione molto deludente che finì con la cancellazione prematura dello show.
Quest’anno lo scettro di erede di Lost è stato preso da The Event sin dai primi trailer dell’estate scorsa. Un compito scomodo, difficile, ma sempre molto ambito.
Leggi il resto di questa voce

Glee – 2×13 Comeback

E’ sempre difficile per una serie tornare in tv dopo la puntata di San Valentino, soprattutto se l’episodio in questione è stato abbastanza decente da far temere il peggio per quelli successivi (ormai con Glee è un classico…e il fatto che nella precedente “Silly Love Songs” non abbiano distrutto l’omonima canzone di Paul McCartney, mi ha portato automaticamente a pensare ai disastri che dovranno per forza avvenire in futuro, tipo legge del contrappasso).
In questa puntata il concetto di base – e propongo di ringraziare gli autori per il solo fatto che ci sia – è quello del “ritorno” a qualcosa che ci manca, che avevamo e che non abbiamo più a causa di quegli eventi destabilizzanti che capitano a tutti almeno una volta nella vita: vediamo quindi quali storie vengono raccontate in questo episodio.
Leggi il resto di questa voce

The Office: stagione 7 episodio 17 “Threat Level Midnight”

I’m a huge Woody Allen fan, although I’ve only seen Antz”.

Capolavoro o boiata? Era difficile immaginarsi una tale polarizzazione da parte dei fan e della critica di fronte all’ultimo episodio di The Office “Threat Level Midnight”, scritto dal veterano B.J. Novak e diretto da Tucker Gates. Sembra quasi di vedere le reazioni dopo la messa in onda di “Across The Sea”, terzultima puntata di Lost (diretta tra l’altro sempre da Tucker Gates). C’è chi grida al miracolo, definendolo uno degli episodi più divertenti della serie e di questa stagione televisiva e chi, invece, lo definisce un fiasco totale o addirittura un “jump the shark”,  cogliendo l’occasione per idolatrare la genialità e l’originalità di Community (non mi sbilancio troppo a riguardo perché ho visto solo un paio di puntate, però non mi sembra questo capolavoro…). A molti non è andato giù il fatto che la puntata fosse alla fine una proiezione del film di Michael Scott, lasciando poco spazio allo stile “mockumentary” che ha caratterizzato The Office. Altri hanno fatto notare l’incoerenza nella linea temporale della serie (probabilmente qualcuno a cui non è andato giù il finale di Lost, ma che ha ancora voglia di prendersela con qualcuno, soprattutto se c’è di mezzo il povero Tucker Gates).  Personalmente sono tra quelli che ritengono “Threat Level Midnight” un capolavoro.

Leggi il resto di questa voce

Californication: stagione 4 episodio 7 “The Recused”

Odio Hank Moody. Lo so cosa state pensando: “Sei impazzito? E’ un genio, un grande. E’ un pussy-magnet”. Ma siamo onesti, è davvero un grande? Quello che ho capito in queste quattro stagioni è che Hank è un ubriacone, non fa un cavolo dalla mattina alla sera, è circondato da persone che cercano di aiutarlo e fotterlo (letteralmente) ma lui manda puntualmente tutto a puttane, tromba come un riccio, fa il padre affettuoso, non fa un cavolo dalla mattina alla sera (l’ho già detto?) e cerca di riconquistare Karen che, onestamente, è peggio di Peter Bishop in amore. Lo ammetto, anche io lo adoravo nelle prime due stagioni, altrimenti non starei ancora guardando Californication, ma l’arco narrativo di Hank è sempre lo stesso, in tutte queste puntate non ha mai accennato ad un cambiamento. Va beh, vediamo cosa succede questa settimana ad Hell-a.

Leggi il resto di questa voce

Fringe – 3×14 – 6B

Torna anche questa settimana Fringe con un episodio di poco superiore ai due che l’hanno preceduto, ma ancora lontano dalle vette che aveva raggiunto fino a tre settimane fa. Vediamo più nel dettaglio cosa è successo in questa puntata numero 14, intitolata 6B.

Leggi il resto di questa voce

How I met your mother 6×16 “Desperation Day”

Himym 6x16E’ difficile per una serie televisiva riuscire a mantenere un ottimo livello qualitativo dopo 6 stagioni, ancora più difficile se la serie in questione è una Sit-Com, il genere che più di tutti rimane uguale a se stesso nel corso del tempo. “How i met your mother” sta dimostrando di appartenere a questo gruppo, non invecchiando ma, anzi, trovando puntata dopo puntata una seconda giovinezza. Quest’ultimo episodio non fa che confermare quanto di buono fatto finora in questa fantastica Season Six.

Leggi il resto di questa voce

The Big Bang Theory: Episodi 4×15 e 4×16

Dopo aver definitivamente accertato che il buon Raji non è gay (“Ok, I’m definitley not gay”), le ultime due puntate si sono concentrate più su Leonard e la sua moralità, non trascurando, però,  gli altri personaggi che, specialmente Howard, danno il loro contributo tangibile agli episodi.

Vediamo nel dettaglio.

Leggi il resto di questa voce

House M.D. – 7×11 Family Practice – 7×12 You Must Remember This


Il ritorno di House M.D dopo la pausa natalizia è stato caratterizzato da due puntate, Larger Than Life e Carrot or Stick, che si sono caratterizzate per un andamento – per stare in tema – ad elettrocardiogramma: un picco in su per la prima, un picco in giù per la seconda. Anche questi ultimi due episodi portano avanti il trend delle precedenti, così, mentre Family Practice porta la tensione a livelli altissimi, con You must remember this torniamo a livelli ben più bassi, in cui persino il caso risulta poco soddisfacente.
Vediamo nel dettaglio cos’è successo.

Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: